Quando parliamo di post produzione entrano sempre in gioco i gusti personali, al di là della tecnica di base che ci da delle indicazioni e dei limiti per ottenere dei risultati efficaci. Eppure credo che la fotografia, e di conseguenza la sua post produzione, debba variare in base allo scopo finale del nostro messaggio e a dove questo viene diffuso.

Prendo come punto di riferimento Instagram, ma questo discorso possiamo applicarlo a qualsiasi “luogo” in cui mostriamo i nostri scatti. Che sia una mostra fotografica, una campagna pubblicitaria, o che sia per un pubblico adulto o più giovane. La post produzione può aiutarci a veicolare diversi messaggi, grazie all’utilizzo dei colori, della luminosità e di tutte le tecniche fondamentali. Senza esser schiavi delle regole, possiamo imparare a conoscere il nostro pubblico e a creare delle post produzioni differenti in base al destinatario del messaggio che vogliamo veicolare.

I miei scatti su Instagram

È un leggero equilibrio che ci deve permettere di rimanere fedeli al nostro stile modificando solo alcuni aspetti in base al destinatario del nostro messaggio. Ad esempio, il blu è un colore che cerco in ogni scatto perché fa parte della mia personalità. Il blu è sicurezza, forza, serenità, mi trasmette le stesse emozioni che ritrovo dentro me stesso. Siamo tutti alla ricerca del nostro stile personale, ma credo ci siano due riflessioni importanti:

Lo stile cambia nel tempo

Lo stile cambia insieme a noi con l’aumentare della consapevolezza della tecnica fotografica e con l’aumentare delle conoscenze che abbiamo sulla post produzione. Come il nostro carattere viene influenzato da ciò che vediamo e che ci ispira. Personalmente mi trovo in una profonda fase di cambiamento, ogni volta che rivedo gli scatti di 2 anni fa mi chiedo che problemi avessi con la vista. ? Ecco perché non possiamo sapere come sarà il nostro stile tra 10 anni. Ecco perché non possiamo smetter di andare alla ricerca di qualcosa di nuovo solo perché “questo è il mio stile”.

Chi l’ha detto che un fotografo ha solo uno stile?

Sicuramente averne solo uno ti rende facilmente riconoscibile, ma potresti anche creare 3 stili differenti e in entrambi inserire elementi che ti caratterizzano. Anche perché spesso è la composizione, la ricerca dei soggetti, a parlare per il fotografo più che la sua composizione. Su Instagram utilizzo lo stesso stile per cercare di esser sempre più riconoscibile. Questo però non mi ha posto dei limiti nel momento in cui un cliente mi richiedeva un determinato progetto ed io andavo alla ricerca di uno stile nuovo, personalizzato.

Se vi capiterà di cambiare stile probabilmente vi diranno era meglio prima, come succede all’uscita di un nuovo album di qualsiasi gruppo che sperimenta le novità. Voi seguite la vostra strada, lo stile è vostro e sarà quello ad attirare solo le persone a cui veramente può piacere.